In offerta!

Harry Potter – Creature magiche Grattastinchi

32,90

Disponibile

Condividi

Descrizione

noble-collection

Splendida statua dedicata a Grattastinchi, il gatto domestico di Hermione Granger apparso nella saga di Harry potter che prende vita in questa linea di statuette. La creatura e la base diorama possono essere estratti dal display trasparente ed esposti.

Prodotto ufficiale NOBLE COLLECTION

Le creature magiche di Harry Potter

Grattastinchi era un gatto ibrido che Hermione Granger comprò a Diagon Alley prima del suo terzo anno ad Howarts. Questo evento viene citato solamente nel libro, dove si trova a Diagon Alley, insieme ad Harry e Ron. Entrando in un negozio di animali, la propietaria iniziò a parlare del gatto, raccontando anche la sua tristissima storia. Hermione allora si intenerisce e lo compra, anche se sotto la disapprovazione di Ron. Nel terzo film, Grattastinchi appare senza una vera soria.

Come tutti gli incroci Gatto-Kneazle, ha un senso dell’orientamento particolarmente sviluppato e possiede la dote innata di distinguere al primo sguardo le persone buone da quelle malvagie, inoltre, sembra essere in grado di identificare un Animagus quando è sotto forma animale. Ad esempio è lui che, per primo, scorge la bontà d’animo di Sirius Black, mentre è trasformato in cane, e la meschinità di Peter Pettigrew, nascosto sotto forma di Crosta, il topo di Ron. Grattastinchi è anche molto intelligente e ha un forte senso della giustizia. È capace di capire se qualcuno sta barando ed esprime con sguardi indignati la propria vergogna, come è accaduto quando ha “sorpreso” Harry e Ron a copiare i loro compiti di Divinazione.

Questo grosso gatto, come tutti gli appartenenti alla sua specie, tende ad essere molto affettuoso con chi gli sta simpatico ma è aggressivo e sprezzante con coloro che non gli vanno a genio. È un giocherellone, che spesso si diverte a giocare con i pezzi degli scacchi magici ed è un provetto cacciatore di ragni e di gnomi.

Inizialmente, a Ron Weasley Grattastinchi non piaceva proprio, poiché cercava continuamente di banchettare con il suo topo Crosta. Proprio a causa di questo gattone i due amici litigano spesso, soprattutto durante il loro terzo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Alla fine, però, Ron si è dovuto ricredere sul conto di Grattastinchi, ammettendo che il buffo felino si è dimostrato molto sagace e utile per aver scoperto che, sotto le spoglie innocenti di Crosta, si celava Peter Minus, l’Animagus che aveva tradito Lily Evans Potter e James Potter rivelando a Lord Voldemortla casa in cui si nascondevano.

Per tutto il corso dell’anno 1993-1994 Grattastinchi è stato un prezioso alleato di Sirius Black, più volte ha incontrato l’Animagus celato sotto nella sua forma animale ed è stato proprio il fulvo gattone a rubare la parola d’ordine della Torre di Grifondoro a Neville Longbottom per aiutare Felpato a entrare nel castello. Inoltre, Grattastinchi ha aiutato Sirius Blackad attirare Harry, Ron e Hermione nella Stamberga Strillante.

Nell’estate del 1997 Hermione e Grattastinchi sono entrambi alla Tana per il matrimonio di Bill Weasley e Fleur Delacour ma quando la cerimonia è stata bruscamente interrotta dall’attacco dei Mangiamorte si perdono le tracce del fulvo gattone. Non si sa se sia rimasto ucciso oppure se sia riuscito a scappare, di certo non ha avuto alcun ruolo durate la ricerca degli Horcrux. Beasts

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Harry Potter – Creature magiche Grattastinchi”