In offerta!

Horizon Forbidden West – Statue 1/4 Aloy Bonus Version 73cm

1.999,90

Prezzo più basso nei 30 giorni precedenti: 1.999,90

DISPONIBILE DA FEBBRAIO 2026

ATTENZIONE

Questo è un prodotto in PREORDINE la data di uscita di questo prodotto è approssimativa, il PRODUTTORE può variarne la pubblicazione senza preavviso anche di diversi mesi. Prima di procedere con l’acquisto di questo prodotto leggi QUI

NOTA BENE: LE SPESE DI SPEDIZIONE SONO CALCOLATE TENENDO CONTO DI UN VOLUME IPOTETICO E POTREBBERO SUBIRE DEI RIALZI AL MOMENTO DELLA SPEDIZIONE.

Paga un acconto del 20% per item
Condividi
COD: HORIZON-DYDP1SUPMHFW-02S Categorie: , , , Tag: ,
Paga a rate
Paga a rate
Paga a rate

Descrizione

Il team di Prime 1 Studio è molto orgoglioso di proporre la statua di Aloy tratta direttamente da Horizon Forbidden West, nella versione Ultimate Premium Masterline!

I maestri scultori di casa Prime 1 Studio hanno dato vita a questa statua di Aloy alta circa 73 cm con dettagli sorprendenti, questa statua presenta il formidabile set Tenakth Dragoon Armor, che testimonia la resilienza e forza di Aloy. Con la sua lancia alta, trasuda determinazione e grazia, i suoi capelli fluttuano mossi dal vento mentre si trova trionfalmente in cima a un Burrower sconfitto, il metallo freddo e scuro della macchina sconfitta contrasta magnificamente con i colori accesi di Aloy. Il Burrower sconfitto ai piedi di Aloy presenta un occhio illuminato a LED, il quale presenta due differenti colori blu freddo o giallo caldo.

Questo capolavoro è un must per fan e collezionisti, un tributo senza tempo a una delle eroine più amate dei videogiochi.

Specifiche del prodotto:

– Dimensioni della statua alta circa  A: 73 cm L: 50 cm P: 42 cm
– Base a tema Horizon
– Un (1) paio di braccia e armi scambiabili (lancia tenuta con entrambe le mani)
– Un (1) paio di braccia e armi scambiabili (lancia tenuta con una mano, mano sinistra libera)
– Due (2) Occhi blu e gialli intercambiabili illuminati a LED
– Un (1) testa aggiuntiva priva di trucco

QUESTA VERSIONE BONUS COMPRENDE UNA SECONDA TESTA AGGIUNTIVA PER ESPORRE ALOY CON IL VISO PULITO SENZA PITTURA DA GUERRA!

MARCA: PRIME 1 STUDIO

DIMENSIONI: 73 cm

CATEGORIA: Action Figure e Statue Horizon Forbidden West Aloy

Horizon Forbidden West è un videogioco action RPG sviluppato da Guerrilla Games e pubblicato da Sony Interactive Entertainment per PlayStation 4 e PlayStation 5 il 18 febbraio 2022. È il sequel del videogioco del 2017 Horizon Zero Dawn.

La Terra sta morendo e le Macchine sono fuori controllo. Dopo la Battaglia di Meridiana e la conseguente sconfitta di ADE e dell’Eclissi, le quattro tribù vivono pacificamente tra di loro grazie ad un’alleanza solida creatasi grazie a un’ottica comune: la sopravvivenza. Tuttavia mentre l’intero Est festeggia la vittoria contro il nemico e cerca di riparare i danni causati, la missione di Aloy e ben lontana dal dirsi conclusa. Infatti dalla sera dei festeggiamenti avvenuti subito dopo la battaglia, la Cercatrice Nora sta viaggiando disperatamente da una punta all’altra alla ricerca di una copia di GAIA, IA principale del Sistema di Terraformazione Zero Dawn, così da riavviare il sistema e scongiurare l’imminente collasso della biosfera. Nessuno ha avuto più notizie di Aloy proprio da quella sera, anche se Varl, dopo essere stato nominato anche lui Cercatore dalle Alte Matriarche, decide di mettersi alla ricerca della “Salvatrice di Meridiana” perché altri problemi sembrano essere sorti. Dopo sei mesi di instancabili ricerche, indizi e piste Varl riesce a ricongiungersi con Aloy nelle rovine della Base di Lancio Far Zenith, l’ultima speranza per trovare una copia di GAIA secondo lei. Aloy dona a Varl un Focus e i due si addentrano nelle rovine scoprendo che Far Zenith aveva tentato di rubare una copia completa di GAIA per portarla sul pianeta Sirio, che sarebbe stato colonizzato e terraformato dagli umani sopravvissuti grazie al Progetto Odissea, che prevedeva la costruzione di una navicella spaziale (l’Odissea) capace di viaggiare alla velocità della luce e permettere così lo spostamento da un punto all’altro della galassia. Tuttavia Zero Dawn aveva scoperto le vere intenzioni di Far Zenith e così Elisabet Sobeck e Travis Tate avevano programmato una finta copia di GAIA che però viene trovata da Aloy. La ragazza è disperata e non sa più cosa fare ma a quel punto Varl le suggerisce di tornare a Meridiana e rintracciare l’unica persona al mondo che poteva sapere qualcosa su una possibile copia: Sylens.

Così, Aloy e Varl tornano a Meridiana e appena arrivata, Aloy viene a sapere da Marad che pochi giorni dopo la Battaglia di Meridiana dalla Guglia è scattato un forte bagliore scarlatto. Allora i tre si recano sul luogo e lì Aloy scopre che ADE non è stato distrutto e che dunque Sylens l’ha ingannata. Furiosa, Aloy sale in cima alla Guglia e con l’Override rintraccia Sylens scoprendo che aveva liberato ADE per ottenere altre informazioni di vitale importanza, comprese quelle riguardanti la copia di GAIA. Sylens le rivela che ciò che cerca non si trova ad Est ma nell’Ovest Proibito e che se vorrà scoprire di più dovrà varcare i confini e addentrarsi in quelle lande proibite, dopodiché interrompe la trasmissione. Aloy è fuori di sé ma non ha altra scelta se non quella di andare ad Ovest. Scesa dalla Guglia informa Varl e Marad di tutto ma Marad l’avverte che l’Ovest Proibito è ignoto e pericoloso poiché dominato dalla feroce tribù dei Tenakth. Poco dopo sul posto arrivano Vanasha, Uthid e il Re Sole Avad e quest’ultimo informa Aloy dell’imminente Ambasciata che si terrà tra i Carja e i Tenakth proprio nel canyon che segna i confini occidentali del Dominio, il Timore. Così la Cacciatrice di Macchine coglie l’occasione e parte verso i confini dell’Est per partecipare all’Ambasciata e ottenere il via libera dai Tenakth per addentrarsi nelle ignote Terre Proibite. Arrivata nel Timore, Aloy inizialmente risolve alcuni problemi ad Aspracatena, insediamento Oseram della frontiera, e lì incontra altri vecchi amici come Erend e Petra, dopodiché si dirige a Luce Arida per prendere parte all’Ambasciata. Tuttavia quest’incontro non va come previsto, poiché i Ribelli dei Tenakth, guidati dalla spietata Regalla, attaccano i Carja e i Tenakth trasformando l’Ambasciata in un massacro. Dopo lo scontro Aloy ottiene il permesso grazie al lascia passare datole da Fashav, cugino di Avad tenuto come prigioniero di guerra dei Giorni Rossi e ora divenuto Maresciallo Tenakth.

Addentratasi nell’Ovest Proibito Aloy segue un segnale che la porta dritta da ADE, ormai danneggiato dentro una grotta che conduce verso Latopolis, un laboratorio di sperimentazione per il collaudo dell’IA stessa e che contiene una copia di GAIA. Facendo una breve conversazione con lui, Aloy scopre che ADE è stato torturato e completamente svuotato da Sylens per avere informazioni e dopo aver distrutto definitivamente ADE, entra nella grotta scoprendo che la copia di GAIA non possiede le sue sottofunzioni e nel mentre sul luogo giungono dei misteriosi individui con un aspetto strano in compagnia di un altro clone di Elisabet, con l’intenzione di recuperare anch’essi la seconda copia di GAIA. Aloy riesce a fuggire da questi individui portando con sé la copia di GAIA, ma durante la fuga sorgono vari problemi e viene ferita gravemente. Tuttavia verrà ritrovata da Varl che la porterà ad Eco della Pietra, un avamposto della tribù Utaru lì vicino, per chiedere il loro aiuto. Così Aloy si risveglia due giorni dopo lì e successivamente insieme a Varl e Zo, Cantamorte Utaru che l’ha curata, si dirigono a Cantopuro, patria degli Utaru, per ottenere il permesso del Coro (i capi tribù) per entrare dentro la Caverna Sacra. Nonostante l’opposizione del Coro, i tre, grazie ad un attacco delle Macchine proveniente proprio da lì, riescono ad entrare nella caverna (che si rivela essere un Calderone) e scoprono che la Piaga Rossa è dovuta a causa di un malfunzionamento delle Macchine che non avendo più controllo continuano a purificare il pianeta causando l’effetto contrario ovvero rendendolo arido e inospitale. Così i tre si addentrano nel Calderone per ottenere il controllo delle Macchine e fermarle e trovano l’ingresso di un’antica struttura dei Predecessori che veniva utilizzata da Elisabet Sobeck con l’intento di salvaguardare il pianeta. Qui Aloy, Varl e Zo decidono di farne da Base e Aloy, dopo aver recuperato MINERVA, riattiva finalmente GAIA. L’ IA rivela che le persone che Aloy ha incontrato sono i membri di Far Zenith che mille anni prima hanno abbandonato il pianeta durante la Piaga di Faro per rifugiarsi sul pianeta Sirio e che intendono colonizzare la Terra nuovamente distruggendo ogni forma di vita. GAIA rivela che l’unico modo per contrastarli è di risanare il pianeta e riottenere la sua sottofunzione EFESTO, ma a differenza degli altri, egli si è evoluto nel corso degli anni, diventando tremendamente potente, persino più di ADE. Nelle sue condizioni attuali, GAIA finirebbe per soccombere a EFESTO. L’unico modo per avere una possibilità di batterlo è di recuperare le altre sottofunzioni. Aloy riesce a individuarne tre: ETERE, DEMETRA e POSEIDONE.

Nel frattempo Sylens, dopo aver estratto le conoscenze di ADE, si è segretamente alleato con Regalla e ha insegnato a usare l’Override sulle Macchine ai Ribelli Tenakth, costituendo un’altra grande minaccia per Aloy.

Durante il suo viaggio per le terre inesplorate dell’Ovest Proibito, la protagonista incontrerà regioni ostili con minacce naturali come le tempeste devastanti, nemici pericolosi e, ovviamente, Macchine mortali, sia nuove che vecchie. Mentre Aloy tenta di esplorare le parti più profonde e ampie di questa nuova regione ignota, scoprirà l’esistenza di una vasta gamma di biomi ambientali differenti, tra cui valli rigogliose, deserti aridi, montagne innevate, spiagge tropicali e città desolate, sia sopra che sotto il livello del mare.[5] Nel frattempo incontrerà vecchi alleati e nuovi compagni di viaggio, scoprendo la cultura di nuove ed affascinanti tribù. Eppure, questo suo viaggio nelle lande proibite la obbligherà a rispolverare i segreti dei Predecessori, cambiando la sua vita per sempre.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Horizon Forbidden West – Statue 1/4 Aloy Bonus Version 73cm”
Non ci sono recensioni per questo articolo