Lord of the Rings – Statua Gamling 37cm

389,90

Esaurito

COD: LOTR-DYDWETA860102639 Categorie: , Tag: ,

Descrizione

weta

WETA è orgogliosa di presentare questa fantastica statua uscita direttamente fuori dalla fantastica trilogia del signore degli anelli così come vista grazie alla trasposizione cinematografica di Peter Jackson.

Questa statua che rappresenta Gamling di Rohan presenta degli ottimi dettagli, la scultura è sapientemente rifinita, la posa riesce a rappresentare a pieno tutta la fierezza degli uomini guerrieri di Rohan!

375 ESEMPLARI IN TUTTO IL MONDO!

DIMENSIONI: 37cm

MARCA: WETA COLLECTIBLES

« Giunti in fondo, toccarono improvvisamente l’erba di Rohan: cresceva rigogliosa come un verde mare sin sui piedi dell’Emyn Muil. Il torrente scomparve in una lussurreggiante vegetazione di crescioni e piante acquatiche, ed essi lo udivano gorgogliare attraverso verdi gallerie e lunghi pendii pianeggianti che lo conducevano lontano sino alla valle dell’Entalluvio »

Rohan (“terra dei cavalli”), è una nazione di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien per il romanzo Il Signore degli Anelli.

Rohan, dai suoi abitanti chiamato Mark dei Cavalieri o il Mark  è un territorio dei Rohirrim (“signori dei cavalli”), che chiamano sé stessi “Eorlingas”, cioè “figli di Eorl”, un popolo principalmente di pastori e agricoltori, situato sul confine nord di Gondor nella Terra di Mezzo. Conosciuto per i suoi cavalli e per la sua cavalleria, è il più importante alleato di Gondor.

Ideati come “Signori dei cavalli di Rohan” alleati con Gondor nella prima bozza del 1939, i Rohirrim prendono la loro forma finale nel 1942 quando il testo de Il Signore degli Anelli era completo per circa un terzo.

Nell’undicesimo secolo della Terza Era, i re di Gondor strinsero patti di alleanza con gli uomini del nord di Rhovanion, un popolo dello stesso sangue degli Edain della Prima Era, discendente di quelli della Casa di Hador che mai aveva completato il viaggio verso il Beleriand.

Gli uomini del Rhovanion erano un grande e forte popolo, governati da valorosi sovrani, e servirono più volte Gondor come alleati in guerra, come ad esempio nella guerra di re Romendacil II contro gli Esterling. Per cementare l’alleanza con gli Uomini del Nord, Rómendacil II mandò suo figlio Valacar come ambasciatore. Valacar durante la missione sposò Vidumavi, la figlia di Vidugavia, Re del Rhovanion, che avrebbe portato negli anni seguenti alla disastrosa e sanguinosa Lotta delle Stirpi a Gondor.

Negli anni 2000, una tribù di uomini di Rhovanion, gli Éothéod, si spostò dalle valli dell’Anduin al nord ovest del Bosco Atro a quelle ad est delle Montagne Nebbiose, spazzando via ciò che restava del regno appena sconfitto di Angmare stabilendosi al confine con Gondor. Questo perché lentamente i carrieri, una popolazione di Esterling arrivata dall’Est, aveva preso possesso dei loro terreni e delle loro case.

Nel 2509, Cirion, il sovrintendente di Gondor, mandò agli Éothéod richieste d’aiuto per sventare un’invasione combinata di Uomini dal nord-est della Terra di Mezzo, e di Orchi da Mordor.

Eorl il Giovane, re degli Éothéod, rispose alle richieste, ed arrivò inaspettato a una battaglia decisiva al Campo di Celebrant, assicurando così la vittoria a Gondor.

Come premio, ad Eorl furono donati i territori di Calenardhon in cui i Dúnedain avevano costruito due grandi fortezze, Isengard e il futuro Fosso di Helm, ed egli spostò lì il suo regno. Questo sarebbe stato chiamato in seguito Rohan, ed Eorl divenne quindi il primo re di Rohan. Subito dopo aver ristabilito lì il suo regno, Eorl e il suo successore Brego fecero costruire la capitale Edoras, sede del Palazzo d’Oro di Meduseld, la Casa reale.

La prima dinastia dei re di Rohan durò 249 anni, fino alla morte dell’ultimo re, Helm Mandimartello. I suoi figli erano stati uccisi e suo nipote, Fréaláf Hildeson cominciò la seconda linea di re, che durò fino alla fine della Terza Era. Il conflitto tra i Rohirrim e i dunlandiani ricorda la tensione tra gli antichi anglosassoni conquistatori della Britannia e i nativi celti.

Nel 2758, Rohan fu invasa dai dunlandiani sotto Wulf, figlio di Freca, di sangue misto di Dunland e Rohan. Il re, Helm Mandimartello, si rifugiò nel Fosso di Helm fino all’arrivo degli aiuti da Gondor e da Dunclivo (un rifugio dei Rohirrim) che giunsero dopo un anno e sconfissero gli avversari.

Fu poco tempo dopo che Saruman arrivò e si impadronì di Isengard, e fu salutato come un forte alleato, dato che a Rohan sarebbero serviti quasi 200 anni per recuperare le proprie forze dopo l’invasione.

Nel 3014, Saruman cominciò ad usare la sua influenza per indebolire il re, Théoden, come parte della sua campagna di invasione e conquista del regno. Nel 3019, diede inizio ad un’invasione su vasta scala di Rohan, vincendo le prime due battaglie ai guadi dell’Isen (il figlio di Théoden, Théodred, fu ucciso durante uno di questi attacchi) e venendo sconfitto nella battaglia del Fosso di Helm, dove gli Ent vennero in aiuto dei Rohirrim.

In seguito a questa vittoria, Théoden cavalcò con l’esercito verso Minas Tirith e aiutò i gondoriani a rompere l’assedio di Sauron nella battaglia dei Campi del Pelennor, dove fu ucciso. Così Éomer, il nipote del re, ereditò il regno e diede inizio alla terza dinastia. Éomer cavalcò con gli eserciti di Gondor ai cancelli di Mordor e partecipò all’ultima battaglia contro le forze di Sauron, che fu sconfitto quando l’Unico Anello venne distrutto.

Dopo la sconfitta di Sauron, Re Éomer e il nuovo re di Gondor, Elessar (Aragorn), rinnovarono il giuramento di alleanza.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lord of the Rings – Statua Gamling 37cm”