Mazinger Z – Statue Design by Josh Nizzi Bonus Deluxe 69cm

2.899,90

preorder

DISPONIBILE DA NOVEMBRE 2024

ATTENZIONE

Questo è un prodotto in PREORDINE la data di uscita di questo prodotto è approssimativa, il PRODUTTORE può variarne la pubblicazione senza preavviso anche di diversi mesi. Prima di procedere con l’acquisto di questo prodotto leggi QUI

NOTA BENE: LE SPESE DI SPEDIZIONE SONO CALCOLATE TENENDO CONTO DI UN VOLUME IPOTETICO E POTREBBERO SUBIRE DEI RIALZI AL MOMENTO DELLA SPEDIZIONE.

Condividi
COD: ROBOT-DYDP1SUDMMZ-01DXS Categorie: , , , Tag:

Descrizione

Prime 1 Studio è orgogliosa di presentare la Statua in Resina dedicata al Mazinger Z, uno dei classici mecha realizzati dal maestro Go Nagai. 

Il design del robot è però rivisitato in questa produzione da Josh Nizzi, già autore di diverse collaborazione con P1. Alta 68 cm la statua raffigura il Mazinga vittorioso su Garuda K7 per una scultura epica e certamente d’impatto. La versione Deluxe del prodotto introduce anche diverse parti intercambiabili per modificare la posa del robot.

QUESTA VERSIONE BONUS DELUXE COMPRENDE LE ALI E DUE MANI AGGIUNTIVE. 

ALTEZZA: 69 cm

MARCA: PRIME 1 STUDIO

Mazinger Z (Majingā Zetto) è un manga di genere mecha realizzato da Gō Nagai e pubblicato dal 1972 al 1974. Negli stessi anni fu trasmesso su Fuji Television un adattamento anime in 92 episodi prodotto dalla Toei Dōga, intitolato in italiano Mazinga Z (nome usato nel doppiaggio anche per il robot protagonista), che a sua volta generò un altro manga disegnato da Gosaku Ōta e pubblicato in contemporanea alla trasmissione.

Opera fondamentale nel suo genere, Mazinga Z generò svariati sequel e spin-off, a partire da Il Grande Mazinga e UFO Robot Goldrake. Nel 2001 la rivista Animage elesse Mazinger Z come l’undicesimo miglior anime di sempre.

L’anziano scienziato Juzo Kabuto costruisce un enorme robot che alla sua morte viene ereditato dal nipote Rio Kabuto, il cui compito è quello di sventare i piani del malvagio Dottor Inferno, uno scienziato tedesco che nel 1962 aveva partecipato con Kabuto e altri colleghi a una spedizione archeologica nell’isola greca di Rodi alla scoperta dei resti della civiltà micenea. Ritrovato un esercito di mostri meccanici costruiti dai Micenei (Mikenes), il dottor Inferno svela le sue reali intenzioni uccidendo tutti tranne Kabuto, riuscito a fuggire, ed impossessandosi di quella tecnologia con lo scopo di far tornare sulla terra i discendenti dell’antico popolo greco, costretti per secoli a rifugiarsi nelle viscere della Terra e, insieme a essi, dominare il mondo.

Kabuto, tornato in patria, dirige il centro ricerche per l’Energia “fotoatomica” che poi lascia al prof. Yumi appena scoperta una lega metallica molto resistente, la Super Lega Z (estratta dal minerale immaginario Japanium) da utilizzare per costruire il robot Mazinger Z; nell’Istituto viene creata Afrodite A, un robot meno potente dalle fattezze femminili costruito dal prof. Yumi e pilotato da Sayaka Yumi, figlia del direttore dell’istituto; successivamente si unisce a questi il Boss Robot, guidato da Boss, Nuke e Mucha, tre compagni di scuola di Rio.

Il dr. Inferno affida le missioni di guerra dapprima al barone Ashura – il cui corpo è diviso in una metà maschile e una femminile – e successivamente al conte Blocken – la cui testa è collegata a un corpo meccanico – un ufficiale nazista entrato in coma dopo un incidente e risvegliato dallo scienziato nel corso dei suoi esperimenti durante la seconda guerra mondiale.

Localizzato finalmente il regno sotterraneo dei Micenei, il dr. Inferno, a seguito delle ripetute sconfitte, decide di chiedere aiuto al loro ambasciatore, il granduca Gorgon, che invierà il visconte Pigman. Nel corso degli scontri viene distrutta Afrodite A, sostituita quindi da Diana A. Nel corso degli scontri, Ashura e Pigman cadranno in battaglia, mentre Blocken e il dr. Inferno periranno durante lo scontro finale; Gorgon, che non aveva preso parte all’ultima lotta, ordina – per conto del Generale Nero – un attacco in massa da parte della grande armata di mostri guerrieri micenei: Mazinga Z subisce gravissimi danni e a salvarlo dalla fine interviene un nuovo robot, il Grande Mazinga, che era stato segretamente costruito da Kenzo Kabuto, figlio di Juzo Kabuto e padre di Rio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mazinger Z – Statue Design by Josh Nizzi Bonus Deluxe 69cm”