In offerta!

Star Wars – Mythos Statua Darth Sidious 53cm

659,90

Esaurito

COD: STAR-DYDSS300707 Categorie: , Tag: ,

Descrizione

logo sideshow collectibles

SIDESHOW è orgogliosa di presentare questa statua dell’imperatore Palpatine per la linea MYTHOS! 

La statua in polystone presenta elementi in PVC e un mantello di tessuto nero posto sopra agli abiti interni scolpiti, questa statua e progettata per catturare il movimento del vento mentre il cattivo si libra sulla terra vulcanica. Il mantello in tessuto ha anche un cablaggio di filo in ferro interno, che consente di posarlo a piacimento per un maggiore dinamismo. L’iconico ritratto dell’Imperatore Palpatine si presenta con occhi gialli infossati, denti scuri e una carnagione rugosa e invecchiata, che incarna alla perfezione il male del lato oscuro. La statua di Darth Sidious Mythos include anche una mano sostituibile che brandisce una spada laser rossa. DA AVERE!

ALTEZZA: 53 cm

MARCA: SIDESHOW

Sheev Palpatine, noto anche col suo nome Sith di Darth Sidious o Lord Sidious e dopo la proclamazione dell’Impero Galattico, come l’Imperatore, è un personaggio immaginario e uno dei principali antagonisti della saga fantascientifica di Guerre stellari, interpretato da Ian McDiarmid. Compare nelle vesti del tirannico Imperatore della Galassia nella trilogia originale, mentre come Cancelliere della Repubblica nella trilogia prequel, nel film Star Wars: The Clone Wars e nell’omonima serie animata. Compare brevemente anche nella serie animata Star Wars Rebels.

Inizialmente senatore carismatico di Naboo, in realtà Palpatine è Darth Sidious, il Signore Oscuro dei Sith, estinti secondo molti da anni. In breve tempo, con l’inganno e la manipolazione, riesce a diventare Cancelliere Supremo della Repubblica durante le Guerre dei Cloni. Dopo essersi rivelato, arriva a portare in atto l’annientamento dell’Ordine dei Jedi e si autoproclama Imperatore dell’Impero Galattico. Dopo aver avuto come apprendisti Darth Maul e il conte Dooku, riesce a piegare al suo volere il potente Cavaliere Jedi Anakin Skywalker, che servirà al suo fianco con il nome di Dart Fener. Il regno di Palpatine è portato a termine quando il pentito Fener lo uccide per salvare suo figlio, Luke Skywalker.

Dal momento della sua prima apparizione nel film L’Impero colpisce ancora, Palpatine è stato riconosciuto nella cultura popolare simbolo del male, l’inganno sinistro, la tirannia, e di sovversione della democrazia. Palpatine si è qualificato terzo nella lista dei “100 più grandi cattivi di tutti i tempi” secondo Wizard.

All’interno della saga cinematografica, Palpatine inizialmente è il senatore di Naboo; in seguito alla sfiducia data al Cancelliere Finis Valorum, viene eletto Cancelliere Supremo della Repubblica e tale rimane fino alle Guerre dei Cloni, quando, dopo una serie di astute mosse che portano all’annientamento dell’Ordine dei Jedi, proclama la nascita dell’Impero, ponendosi a capo di esso come Imperatore Galattico. Per poter ottenere il controllo della Galassia prende tre allievi: Darth Maul, il Conte Dooku (chiamato anche Darth Tyranus) e Anakin Skywalker (poi Dart Fener).

Come antagonista principale della saga, Palpatine è un personaggio importante, in quanto compare in tutta l’esalogia eccetto Guerre stellari, nel quale viene solo menzionato. Il personaggio è esplorato nell’universo espanso, sia nei romanzi che nei fumetti, dove viene spiegata la sua influenza all’esterno dei film.

Come detto dallo stesso Lucas, il personaggio è l’incarnazione del male puro e, in questa storia, ha il ruolo di Satana, del Diavolo tentatore, diabolico e maligno maestro dell’inganno, potentissimo Signore Oscuro dei Sith, che riesce a raggirare e a soggiogare anche alcuni tra i Jedi più valorosi e potenti (come Dooku e Anakin), facendoli cedere al Lato Oscuro della Forza, diventando così suoi fedeli servitori. Il suo unico scopo è distruggere i Jedi e governare la Galassia col terrore.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Star Wars – Mythos Statua Darth Sidious 53cm”
Non ci sono recensioni per questo articolo